IN EVIDENZA

Manifesto Astensione 22 maggio 2017 UCPI

 

separazione della carriere

 

manifestoUCPI 11 marzo 2017

 

libertà di stampa 25.01.2017

 

scuole in rete

 II OPEN DAY

 

Recital Tortora 27 5 2016

Tipografia Balistica forense e tiro 2016

digitals forensics1 apr 2016

Programma Definitivo Corso Diritto Penale Euroepo

 Bando premio Fama 2015

Presentazione libro Spangher

Convegno-Torino-Manifesto

UCPI-Convegno-Prescrizione-31-03-2015-locandina

Scuola-UCPI---Seminario 

Manifesto-Scuola-UCPI-Corso-Alta-Formazione-2015---2017

 

Bando-2015-16-1-aggiornato-al-30.01

 



Il Terzo Corso biennale di formazione specialistica dell’avvocato penalista

DOWNLOAD DOCUMENTO pdf

1) finalità del Corso
Il corso di studi si propone di offrire ai partecipanti un percorso specialistico di alta formazione orientato all'addestramento teorico-pratico dell'avvocato penalista all'uso degli strumenti tecnico-giuridici per l'esercizio della difesa penale nelle diverse fasi del procedimento e nell'acquisizione delle conoscenze più avanzate nei campi del diritto penale, del diritto processuale penale e delle materie ausiliarie volto ad assicurare un livello di alta qualificazione. Viene perseguito, inoltre, l'obiettivo di incrementare la capacità di applicazione pratica di tali conoscenze.
Bando-2015-16-1-aggiornato-al-30.01Il corso è stato organizzato congiuntamente alla Università la Sapienza di Roma (convenzione del 20 febbraio 2013) e d’intesa con il CNF (protocollo del 24 maggio 2013 ), secondo le indicazioni dell’art. 9 della legge 31 dicembre 2012 n.247 ai fini del conseguimento del titolo di Avvocato Specialista, il cui regolamento è in fase di emanazione da parte del Ministero della Giustizia.
2) contenuti didattica programma, durata, sedi e docenti
Il Corso è unico e si svilupperà mediante incontri frontali alternati nelle sedi della Scuola Nazionale dell'Unione delle Camere Penali Italiane in Roma e in Milano. Gli incontri si terranno altresì in videoconferenza presso le sedi decentrate di Avellino, Bari, Bolzano, Brindisi, Cagliari, L’Aquila, Marsala, Modena, Nuoro, Palermo, Pescara, Reggio Calabria e Venezia ed altre che eventualmente verranno aperte, a condizione che si raggiunga il numero minimo di 15 iscritti per ciascuna sede.


Il percorso di formazione ha durata biennale e si compendia di 220 ore di insegnamento, a cui potranno aggiungersi ulteriori 30 ore di esercitazioni e lavori di gruppo.
Ai partecipanti verrà fornita, di volta in volta, una bibliografia essenziale del tema trattato, comprensiva dei più significativi contributi dottrinari e giurisprudenziali. Tutto il materiale verrà inserito nel sito dell'Unione Camere Penali Italiane, con accesso riservato ai soli iscritti al Corso.
Gli incontri della Scuola si terranno a partire dal febbraio 2015 in undici week-end per ciascun anno di corso, con sessioni mensili nella giornata del venerdì (dalle 15 alle 19) e del sabato (dalle 9 alle 13 e dalle 14 alle 16). Potranno essere effettuati, in via eccezionale, spostamenti dei temi previsti, nonché integrazioni e recuperi in altre giornate per festività o altre emergenze.
Non appena verrà approvato il citato Regolamento Ministeriale tutte le norme del presente Bando, in particolare quelle relative alla valutazione ed alle prove finali, potrebbero essere adeguate anche durante lo svolgimento del corso.
Il programma dettagliato del corso con date ed orari degli incontri, fatto salvo quanto precedentemente precisato in ordine ad eventuali modifiche ed integrazioni, è consultabile sul sito www.camerepenali.it
Gli incontri saranno tenuti da avvocati, professori universitari, magistrati che abbiano maturato una consolidata esperienza e da esperti nelle discipline penalistiche e nelle materie ausiliarie.
3) destinatari e criteri selettivi
Alla Scuola potranno accedere gli avvocati iscritti all’Albo al 31.12.2014.
In ragione dei contenuti, delle modalità didattiche e delle finalità del corso di formazione, è prevista, per ciascuna sede,
l’iscrizione di non oltre 80 partecipanti presso le sedi frontali e 30 presso quelle decentrate.
In caso di eccedenza delle domande rispetto ai posti disponibili per ciascuna sede, il Comitato di Gestione del Corso procederà ad una selezione, prendendo in considerazione innanzitutto l’anzianità di iscrizione alla Camera penale territoriale, nonché - in via residuale - i seguenti requisiti l’uno in via subordinata all’altro:

  •  l’aver proficuamente frequentato un Corso di formazione tecnica e deontologica dell’avvocato penalista organizzato da una Camera Penale territoriale;
  •  l’esercizio della professione prevalentemente in materia penale;
  •  il voto di laurea ed il voto conseguito all’esito dell’esame di abilitazione all’esercizio della professione di avvocato.

In caso di parità di punteggio la preferenza verrà assegnata sulla base della anteriorità della domanda di iscrizione. In caso di ulteriore parità di punteggio, il Comitato di Gestione provvederà a sorteggio.
4) frequenza
La frequenza è obbligatoria. Per accedere alla prova finale di verifica è necessaria la partecipazione ad almeno l'80% delle ore di corso (incontri ed eventuali esercitazioni).
5) modalità e rilascio degli attestati
All'esito del primo anno di corso verrà effettuata una verifica sui temi trattati. Al termine del biennio, una commissione sottoporrà l'iscritto alla verifica finale che verterà su una prova scritta, che si terrà presso le diverse sedi, e una orale, che si terrà presso le sedi di Roma e Milano. All'esito positivo della verifica conclusiva verrà rilasciata un'attestazione comprovante l'avvenuta proficua frequenza del Corso biennale di formazione specialistica che, una volta emanato il regolamento, varrà ai fini del conseguimento del titolo di Avvocato Specialista ex art. 9 L. 31.12.12, n. 247 che costituisce anche titolo idoneo per la iscrizione nelle liste dei difensori di ufficio ex art. 29 disp. att. c.p.p. (come modificato dal D.Lgs. approvato il 29.1.2015 dal Consiglio dei Ministri).
6) iscrizione
La domanda di iscrizione può essere inoltrata unicamente mediante compilazione del form di registrazione presente sul sito www.camerepenali.it Il termine ultimo per le iscrizioni è stato prorogato al 10 febbraio 2015.
La conferma dell'ammissione al corso sarà comunicata dalla segreteria organizzativa a mezzo posta elettronica entro il 13 febbraio 2015.
E' prevista una quota di iscrizione al corso di Euro 2000,00 oltre iva al 22% per il biennio, rateizzata in 4 versamenti di Euro 500,00 più IVA da saldare entro il 15 febbraio 2015, 15 maggio 2015, 15 ottobre 2015 e 15 febbraio 2016. La quota di iscrizione sarà destinata a coprire le spese di gestione.
I relativi pagamenti dovranno essere effettuati con le modalità che verranno comunicate dalla segreteria via e-mail, unitamente alla conferma dell'ammissione. Le rate dovranno tassativamente essere versate entro le scadenze indicate a pena di esclusione dal corso, dal diritto all'attestazione di frequenza e dall'ammissione alla prova finale.
7) formazione continua
È in corso presso il Consiglio Nazionale Forense la richiesta di accreditamento del corso ai fini dell'assolvimento degli obblighi di formazione continua a coloro che risulteranno in regola con la frequenza di almeno l'80% degli incontri.
Roma, 30 gennaio 2015
Il Presidente dell'Unione delle Camere Italiane
Avv. Beniamino Migliucci
Il Preside della Facoltà di Giurisprudenza dell’Università La Sapienza
Prof. Giorgio Spangher
Il Direttore della Scuola Nazionale di Alta Formazione dell’Avvocato Penalista
Avv. Francesco Sbisà

L’UNIONE DELLE CAMERE PENALI ITALIANE
e
l’UNIVERSITA’ LA SAPIENZA DI ROMA

MEDIANTE

la SCUOLA NAZIONALE di ALTA FORMAZIONE
dell’AVVOCATO PENALISTA dell’Unione delle Camere Penali Italiane

ORGANIZZANO

Il Terzo Corso biennale di formazione specialistica dell’avvocato penalista

1) finalità del Corso
Il corso di studi si propone di offrire ai partecipanti un percorso specialistico di alta formazione orientato all'addestramento teorico-pratico dell'avvocato penalista all'uso degli strumenti tecnico-giuridici per l'esercizio della difesa penale nelle diverse fasi del procedimento e nell'acquisizione delle conoscenze più avanzate nei campi del diritto penale, del diritto processuale penale e delle materie ausiliarie volto ad assicurare un livello di alta qualificazione. Viene perseguito, inoltre, l'obiettivo di incrementare la capacità di applicazione pratica di tali conoscenze.
Il corso è stato organizzato congiuntamente alla Università la Sapienza di Roma (convenzione del 20 febbraio 2013) e d’intesa con il CNF (protocollo del 24 maggio 2013 ), secondo le indicazioni dell’art. 9 della legge 31 dicembre 2012 n.247 ai fini del conseguimento del titolo di Avvocato Specialista, il cui regolamento è in fase di emanazione da parte del Ministero della Giustizia.

2) contenuti didattica programma, durata, sedi e docenti
Il Corso è unico e si svilupperà mediante incontri frontali alternati nelle sedi della Scuola Nazionale dell'Unione delle Camere Penali Italiane in Roma e in Milano. Gli incontri si terranno altresì in videoconferenza presso le sedi decentrate di Avellino, Bari, Bolzano, Brindisi, Cagliari, L’Aquila, Marsala, Modena, Nuoro, Palermo, Pescara, Reggio Calabria e Venezia ed altre che eventualmente verranno aperte, a condizione che si raggiunga il numero minimo di 15 iscritti per ciascuna sede.
Il percorso di formazione ha durata biennale e si compendia di 220 ore di insegnamento, a cui potranno aggiungersi ulteriori 30 ore di esercitazioni e lavori di gruppo.
Ai partecipanti verrà fornita, di volta in volta, una bibliografia essenziale del tema trattato, comprensiva dei più significativi contributi dottrinari e giurisprudenziali. Tutto il materiale verrà inserito nel sito dell'Unione Camere Penali Italiane, con accesso riservato ai soli iscritti al Corso.
Gli incontri della Scuola si terranno a partire dal febbraio 2015 in undici week-end per ciascun anno di corso, con sessioni mensili nella giornata del venerdì (dalle 15 alle 19) e del sabato (dalle 9 alle 13 e dalle 14 alle 16). Potranno essere effettuati, in via eccezionale, spostamenti dei temi previsti, nonché integrazioni e recuperi in altre giornate per festività o altre emergenze.
Non appena verrà approvato il citato Regolamento Ministeriale tutte le norme del presente Bando, in particolare quelle relative alla valutazione ed alle prove finali, potrebbero essere adeguate anche durante lo svolgimento del corso.
Il programma dettagliato del corso con date ed orari degli incontri, fatto salvo quanto precedentemente precisato in ordine ad eventuali modifiche ed integrazioni, è consultabile sul sito www.camerepenali.it
Gli incontri saranno tenuti da avvocati, professori universitari, magistrati che abbiano maturato una consolidata esperienza e da esperti nelle discipline penalistiche e nelle materie ausiliarie.

3) destinatari e criteri selettivi
Alla Scuola potranno accedere gli avvocati iscritti all’Albo al 31.12.2014.
In ragione dei contenuti, delle modalità didattiche e delle finalità del corso di formazione, è prevista, per ciascuna sede, l’iscrizione di non oltre 80 partecipanti presso le sedi frontali e 30 presso quelle decentrate.
In caso di eccedenza delle domande rispetto ai posti disponibili per ciascuna sede, il Comitato di Gestione del Corso procederà ad una selezione, prendendo in considerazione innanzitutto l’anzianità di iscrizione alla Camera penale territoriale, nonché - in via residuale - i seguenti requisiti l’uno in via subordinata all’altro:
• l’aver proficuamente frequentato un Corso di formazione tecnica e deontologica dell’avvocato penalista organizzato da una Camera Penale territoriale;
• l’esercizio della professione prevalentemente in materia penale;
• il voto di laurea ed il voto conseguito all’esito dell’esame di abilitazione all’esercizio della professione di avvocato.
In caso di parità di punteggio la preferenza verrà assegnata sulla base della anteriorità della domanda di iscrizione. In caso di ulteriore parità di punteggio, il Comitato di Gestione provvederà a sorteggio.

4) frequenza
La frequenza è obbligatoria. Per accedere alla prova finale di verifica è necessaria la partecipazione ad almeno l'80% delle ore di corso (incontri ed eventuali esercitazioni).

5) modalità e rilascio degli attestati
All'esito del primo anno di corso verrà effettuata una verifica sui temi trattati. Al termine del biennio, una commissione sottoporrà l'iscritto alla verifica finale che verterà su una prova scritta, che si terrà presso le diverse sedi, e una orale, che si terrà presso le sedi di Roma e Milano. All'esito positivo della verifica conclusiva verrà rilasciata un'attestazione comprovante l'avvenuta proficua frequenza del Corso biennale di formazione specialistica che, una volta emanato il regolamento, varrà ai fini del conseguimento del titolo di Avvocato Specialista ex art. 9 L. 31.12.12, n. 247 che costituisce anche titolo idoneo per la iscrizione nelle liste dei difensori di ufficio ex art. 29 disp. att. c.p.p. (come modificato dal D.Lgs. approvato il 29.1.2015 dal Consiglio dei Ministri).

6) iscrizione
La domanda di iscrizione può essere inoltrata unicamente mediante compilazione del form di registrazione presente sul sito www.camerepenali.it Il termine ultimo per le iscrizioni è stato prorogato al 10 febbraio 2015.
La conferma dell'ammissione al corso sarà comunicata dalla segreteria organizzativa a mezzo posta elettronica entro il 13 febbraio 2015.
E' prevista una quota di iscrizione al corso di Euro 2000,00 oltre iva al 22% per il biennio, rateizzata in 4 versamenti di Euro 500,00 più IVA da saldare entro il 15 febbraio 2015, 15 maggio 2015, 15 ottobre 2015 e 15 febbraio 2016. La quota di iscrizione sarà destinata a coprire le spese di gestione.
I relativi pagamenti dovranno essere effettuati con le modalità che verranno comunicate dalla segreteria via e-mail, unitamente alla conferma dell'ammissione. Le rate dovranno tassativamente essere versate entro le scadenze indicate a pena di esclusione dal corso, dal diritto all'attestazione di frequenza e dall'ammissione alla prova finale.

7) formazione continua
È in corso presso il Consiglio Nazionale Forense la richiesta di accreditamento del corso ai fini dell'assolvimento degli obblighi di formazione continua a coloro che risulteranno in regola con la frequenza di almeno l'80% degli incontri.

Roma, 30 gennaio 2015

Il Presidente dell'Unione delle Camere Italiane
Avv. Beniamino Migliucci

Il Preside della Facoltà di Giurisprudenza dell’Università La Sapienza
Prof. Giorgio Spangher

Il Direttore della Scuola Nazionale di Alta Formazione dell’Avvocato Penalista
Avv. Francesco Sbisà

Questo sito utilizza i cookie per semplificare e personalizzare l'esperienza di navigazione Se non si modificano le impostazioni del browser, l'utente accetta. Per saperne di piu'